Non chiedetemi
di calmarmi
di accontentarmi
di spegnere
questo mio fuoco,
conosco senza pietà
la faccia nascosta della luna
e la falsa favola
del lieto fine.
Lasciatemi invece
alla scintilla
all'inquetudine
al pianto
alla disperazione
alla forza del cuore.
mi aggrappero'
all'ultima emozione
con le unghie e la disperazione
di un naufrago ad un fragile appiglio.
Non chiedetemi
di arrendermi
e di abbassare le vele....
perchè non temo tempesta!




 

Ognuno di noi porta nel cuore un grido silenzioso.
Il mio lo custodisco sul lato oscuro della luna,
non potrai udirlo se non saprai andare oltre le mie corazze......

Da qualche parte l’oceano della vita ti sta chiamando: la tua sete di felicità ne è la prova. Se sai dove stai andando, allo stesso tempo saprai anche da dove provieni, perché è lo stesso luogo, quello da dove proveniamo e dove siamo diretti. è un cerchio completo, si raggiunge di nuovo lo stesso punto, la stessa eternità, lo stesso cosmo. L’unica cosa che serve è andare in profondità dentro di te, realizzare il cielo interiore, la libertà che lo accompagna e la fragranza del trascendente. Può accadere in un minuto! Può accadere in una frazione di secondo! Dipende solo da quanto è intenso lo sforzo per raggiungere il tuo centro.”
Osho

... a volte può accadere ...
... di dover custodire un’idea piuttosto che stringere una realtà,
di ricordare piuttosto che avere,
di piangere piuttosto che ridere,
di rincorrere piuttosto che attendere ...
è il lato oscuro dell’amore che si manifesta ...
... così affascinante da far persino impallidire quello luminoso ...
Sensazioni contrastanti si alternano allora nell’essere …
... odio e amore,
dolore e piacere,
speranza e rimpianto ...
... la vittima fronteggia il suo carnefice e lentamente va alla deriva su esili lastre di ghiaccio
rafforzate dal gelo dell’indifferenza ...

... a volta può accadere ...
... che il troppo silenzio divenga talmente forte da poter essere udito,
così importante da non poter essere più ignorato ...
è il lato oscuro dell’amore che reclama la sua parte di dolore ...
che impedisce alle ferite di rimarginarsi ...
che pretende che il sangue fuoriesca,
che il cuore conservi,
e che la mente ricordi ...

... a volte può accadere ...

Nasco,
rinasco sempre dallo stesso parto
di sofferenza e di rinuncia,
tra le stesse radici di sangue
e le lacrime e le grida
per annunciare la vita.
Muoio,
rinasco dallo stesso parto assurdo,
di materia e di umori,
di sangue e amore di donna,
a gridare la mia esistenza.
Con il sale e farfalle in volo,
tento di colorare i miei disinganni,
con parole d'amore i miei versi.
Nasco,
rinasco ancora,
da un parto assurdo
di sesso assuefatto ad asincrone
sensazioni di passione,
nell'ultima briciola d'amore
raccolta in un universo di non amore!

 


Scenderò lungo quel viale perplessa e muta per ciò che le labbra non riescono ancora a sussurrare. Quella solitudine che terrorizza gli animi mi terrà compagnia nell’asprezza del suo richiamo. Ciondolerò come un fantoccio invisibile e quel perché non troverà mai risposta.  

 

Ombra silente
specchio della mia anima vuota,
persa nel desiderio di una luce che cancelli quest'opaco riflesso.
Visioni di un passaggio di luce,
oscurato da mura nella mia mente,
pochi bagliori che rischiarano la mia via per brevi tratti,
presto i miei occhi non percepiranno più luce accecati dalla paura,
paura che ancora una volta la luce tanto sognata si riveli solo il un gioco del fato,
il quale ghignando poggia sul mio sentiero una candela,
che al mio passaggio spegne con un soffio di malinconia,
lasciandomi ancora una volta nell'ombra.
Guardando avanti una valle di ombra si prospetta come un'interminabile distesa di lacrime,
è il momento che tanto attendevo. Il nulla assalirà ogni speranza .
Tutto ciò che sono imploderà su se stesso in un fragore di pensieri,
ne una lacrima, ne un momento di rimorso solo la delusione di un fallimento.
Del mio Io non resterà nulla e la mia anima si oscurerà in un mare di nera luce.


Dove il tempo non c'è
il silenzio sovrasta
Come fruscio del vento
il respiro del nulla

Dove il tempo non c'è
l'oscurità
ha domato il sole
Soffio sulla luna
spengo le ultime stelle